Gli obiettivi specifici delle celebrazioni cesarottiane, strettamente connessi in un quadro organico di iniziative, saranno dunque i seguenti:

PROMUOVERE LA CONOSCENZA ALMENO PARZIALE DELL'IMPONENTE OPERA CESAROTTIANA

Alcuni testi cesarottiani saranno pubblicati in edizioni filologicamente condotte e corredate da una essenziale annotazioni che le renda fruibili al lettore contemporaneo. Si prevede la pubblicazione di due volumi di 250 pagine ciascuno. I testi saranno selezionati tra quelli che maggiormente testimoniarono e promossero un rinnovamento del gusto, con particolare riferimento al nuovo senso del passaggio e della natura come fonti d'ispirazione e d'esperienza poetica.
In particolare si pubblicheranno:
  • Il Ragionamento sopra l'origine e i progressi dell'arte poetica (1762)
  • Il Saggio sulla filosofia del gusto (1785)
  • alcune delle relazioni in origine destinate all'Accademia Patavina

INSERIRE L'OPERA CESAROTTIANA NELLE TRASFORMAZIONI DEL GUSTO ITALIANO ED EUROPEO


L'obiettivo sarà raggiunto attraverso:

  • Una scelta di testi che contestualizzino l'opera di Cesarotti. In particolare si pubblicherà la raccolta Operette di vari autori attorno ai giardini inglesi ossia moderni, Verona, Mainardi, 1817, che comprende importanti pagine Cesarottiane. Si prevede la pubblicazione di due volumi di 250 pagine ciascuno. Svolgimento dell'iniziativa: 2008-2009
  • Un Convegno internazionale di due giorni (2008) del quale saranno pubblicati gli atti attorno al tema: Melchiorre Cesarotti e le trasformazioni del paesaggio europeo tra illuminismo e romanticismo. Al Convegno parteciperanno studiosi dall'Italia e il presidente dell'Associazione Internazionale per gli Studi di Lingua e Letteratura Italiana dall'Estero, e titolare della cattedra di Letterature Neolatine. La pubblicazione degli atti sarà contenuta in un volume di 300 pagine. Svolgimento dell'iniziativa: 2008-2009

DIMOSTRARE LA LUNGA DURATA DELLA POETICA CESAROTTIANA


Sarà organizzato un festival intitolato Il giardino e la fantasia basato sulla dialettica tra passato e presente, e articolato dunque su:

  • letture di testi poetici, letterari, filosofici sui giardini tra '700 e '900
  • letture, drammatizzazioni, proiezioni di testi verbali o visivi sui giardini da parte di autori italiani contemporanei

Svolgimento dell'iniziativa: settembre 2008


COINVOLGERE IL PIU' AMPIO PUBBLICO POSSIBILE - COMPRESO QUELLO INFANTILE - NELLE CELEBRAZIONI, PROMUOVENDONE UNA PARTECIPAZIONE ATTIVA, ATTRAVERSO LABORATORI E STRUTTURE MULTIMEDIALI


All'interno del festival si prevede per il pubblico infantile:

  • la lettura e la drammatizzazione di favole ambientate nei giardini (come la lettura teatrale Il giardino segreto, scritta da Lorenza Zambon e Pia Pera e tratta dall'omonimo libro per l'infanzia di Frances H. Burnett

Per il pubblico adulto si prevede:

  • un ciclo di letture sulla progettazione dei giardini
  • un ciclo di visite di ville, giardini e paesaggi storici (a partire dall'Orto Botanico di Padova) nel Veneto

Esibizioni di musicisti contemporanei che abbiano dedicato una particolare attenzione al giardino come Katya Sanna, scrittrice, musicista, cantente (e anche pittrice e danzatrice), autrice ed esecutrice del suggestivo:



 Il giardino delle rose

Tappeti, Sogni e poesie
Quadri appesi, libri e bambole
Vetri bagnati
Finestre chiuse
Arazzi e fotografie
Tende bianche, disegni e libri aperti...
Correranno i raggi del Sole asciugheranno i vetri
ed i giardini delle rose si apriranno a te
Lampade, conchiglie, velluti a colori, porte chiuse, cornici vuote
Correranno i raggi del Sole asciugheranno i vetri
ed i giardini delle rose si apriranno a te